_H6A5236Faina Surfboard day three.jpg

TAVOLE DA SURF

100% FATTE A MANO

IN SARDEGNA.

" Soluzioni personali e individuali piuttosto che universali. 

Modelli unici e variabili piuttosto che su larga scala e modulari.

Meno tecnologia più idee e creatività.

Tolleranza riguardo ambiguità e contraddizione.

Accettazione dell'imperfezione come valore aggiunto."

 
IMG_1075.jpg

ABOUT FÀINA

Amo il surf e amo progettare.
Mi sono formato in Industrial Design, lavoro da più di 10 anni come Art Director e ho avuto modo
di fare esperienze nel campo della moda, della comunicazione e del design.
Dopo anni di lavoro come creativo e ogni minuto del mio tempo libero passato in acqua ho pensato di unire le due passioni e iniziare a costruirmi una tavola.

Sentivo il bisogno di allontanarmi dallo schermo del computer, usare le mani e collaudare quanto realizzato in assoluta libertà, vivendo una consapevole e autoimposta regressione a livello tecnologico.
In realtà la spinta più forte è stata la voglia di provare quello che non trovavo o non potevo permettermi.
Viaggiando e provando ogni tipo di tavola ho percepito le innumerevoli possibilità di espressione in acqua
ad esse connesse e ho capito che adattarmi alle tavole non doveva essere una scusa ma piuttosto un opportunità per ampliare gli orizzonti.

Ogni tavola è parte della stessa esperienza del surf ma è determinante per la propria

espressione sull’onda, può assecondare o distruggere i tuoi desideri.

La scelta della tavola è fondamentale e riflette il tuo modo di interagire con la superficie dell’acqua e di immedesimarsi in fluido, ma bisogna essere estremamente onesti con se stessi sulle proprie capacità fisiche e livello, perché una tavola da sola non cambierà il tuo surf.

L’essenza del surf per me è sempre stata lontana dalla performace atletica o dalla ricerca del risultato tecnico, piuttosto la vedo come una pura espressione di ciò che uomo e natura posso fare insieme e quindi un esperienza dove stile, creatività, fluidità, bellezza, semplicità, pulizia, linee e trimming sono le radici.

 

Creare una tavola che possa andare bene a tutti non è sicuramente il mio primo obiettivo.

Mi interessa piuttosto tradurre il desiderio di una singola persona, trasportandola e coinvolgendola in un progetto funzionale.

 

Ci sono sicuramente dei principi ispiratori alla base della progettazione e della scelta stilistica, alcuni si sono radicati durante la mia formazione e il percorso professionale, altri sono legati al mio gusto estetico personale.

Alcuni occupano un ruolo centrale sull’attività di shaping che diventa zen e meditativa, altri riguardano il metodo progettuale e la differenza tra opera d’arte /lusso e oggetto funzionale.

La tavola come oggetto d’arte che spingiamo al limite per cercare emozioni fisiche è una cosa unica.
 

L’unicità è il fattore su cui mi piace concentrarmi di più, è uno dei valori dell’artigianato, insieme alla creatività, la qualità, la passione e l’entusiasmo, e sono sempre più convinto di voler realizzare un oggetto interamente a mano con i propri tempi e in netto contrasto con la tendenza a produzioni di massa standardizzate che assecondano la nostra esigenza di consumo sfrenato.

Soluzioni personali e individuali piuttosto che universali. Modelli unici e variabili piuttosto che su larga scala e modulari. Meno tecnologia più idee e creatività. Tolleranza riguardo ambiguità e contraddizione. Accettazione dell'imperfezione come valore aggiunto.
 

La tavola vista come un oggetto unico ci ricorda che intendiamo esprimere la nostra identità

e siamo in linea con la parte più autentica e vera di noi stessi, rendendo l'esperienza del surf ancora più preziosa, partecipando al fluire dinamico della natura.


Claudio Fina

_H6A4186Faina Surfboard_rit.jpg
_H6A5242Faina Surfboard day three_rit.jpg

CRAFTS

 
 
_H6A4196Faina Surfboard_edited.jpg

CONTATTI

Il tuo modulo è stato inviato!